Filosofia

De hominis dignitate

15-9-sapienza-venezia

Nel suo essere peraltro è senza consistenza e sparisce appena sorge ed esiste

Sì, le tue tenerezze sono più dolci del vino

Inebriamoci di vino squisito e di profumi,

non lasciamoci sfuggire il fiore della primavera,

coroniamoci di boccioli di rose prima che avvizziscano;

lasciamo dovunque i segni della nostra gioia

perché questo ci spetta, questa è la nostra parte

la sua sinistra è sotto il mio capo

e la sua destra mi abbraccia

Vanitas Vanitatum et omnia vanitas

mostrami il tuo viso,

fammi sentire la tua voce

Non si sazia l’occhio di guardare

né mai l’orecchio è sazio di udire

si estende da un confine all’altro con forza,

governa con bontà eccellente ogni cosa

Questa ho amato e ricercato fin dalla mia giovinezza,

ho cercato di prendermela come sposa,

mi sono innamorato della sua bellezza

15 aprile 2016

Standard

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.